Caterina Carpano e Sofia Belingheri

A Breuil Cervinia torna la Coppa

Anche quest’anno torna puntuale a Breuil Cervinia nel fine settimana prima di Natale la Coppa del mondo di snowboard cross.

Finito il ponte dell’Immacolata, la località si prepara ad accogliere i migliori atleti al mondo che sabato 16 e domenica 17 dicembre andranno a caccia del successo sulla “pista 26” al cospetto della Gran Becca.

da mercoledì gli atleti avranno la possibilità di provare la pista disegnata dalla crew di We Snowboard Cervinia, prima del training ufficiale di giovedì e soprattutto delle qualifiche di venerdì 15 dicembre, previste dalle 11 alle 13 per il settore maschile e dalle 14.30 alle 15.30 per quello femminile.

La squadra nazionale italiana

La nazionale italiana si presenterà al gran completo. Dopo una stagione di assenza tornerà la bergamasca Michela Moioli, di nuovo sul podio a Les Deux Alpes. In campo maschile non mancheranno Omar Visintin e Lorenzo Sommariva, il quale vive nella vicina Chamois e avrà il privilegio di correre in casa.

La pista

I tifosi potranno ammirare da vicino la tappa italiana, raddoppiata nelle scorse settimane  con l’inserimento del team event il giorno successivo la tradizionale gara individuale.

Grazie al nuovo impianto di innevamento installato sulla pista 26, il collegamento con Plan Maison attraverso la seggiovia Pancheron sarà garantito per tutta la settimana. Dunque lungo la direttrice potranno circolare atleti e appassionati, una grande novità rispetto al passato.

Eventi collaterali

Novità per quanto riguarda il programma degli eventi collaterali: l’estrazione pubblica dei pettorali quest’anno si svolgerà di sabato. Alle 17.30, davanti alla Chiesa di Breuil-Cervinia, il “public draw” per il team event, prima del dj set di Shorty, artista di radio m2o partner della Coppa del Mondo di snowboard cross.

Foto: Pierre Lucianaz/Pentaphoto

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Carnevale Verrès: il gran finale