Va’ Sentiero. Sul sentiero più lungo del mondo nel paese più bello del mondo.


Esiste un sentiero che cavalca le montagne di tutto lo Stivale: una finestra aperta sul volto più segreto del Paese, le Terre Alte.

Il Sentiero Italia tocca tutte le regioni italiane, isole comprese, ognuna coi suoi paesaggi unici, la sua storia, i suoi dialetti, le sue pietanze, le sue vocazioni. Tra il 2019 e il 2021 la spedizione Va’ Sentiero lo ha percorso e documentato per realizzare una guida digitale a disposizione di tutti.

Il progetto, la spedizione del 2019. L’esperienza che ha cambiato la vita di un gruppo di amici.

Va’ Sentiero è il progetto di un gruppo di giovani che hanno deciso di cambiare vita e realizzare una spedizione per documentare e promuovere il Sentiero Italia e le Terre Alte italiane. In tre anni (2019-’21) la spedizione ha completato il Sentiero Italia attraversando ambienti, stagioni e climi diversi, affrontando anche molte difficoltà per dare vita a questa esperienza collettiva unica.

2019. Primo giorno di spedizione

“Ci siamo licenziati dai nostri lavori e abbiamo scommesso tutto sul nostro sogno”.

Nel 2016 abbiamo scoperto l’esistenza del Sentiero Italia e ce ne siamo innamorati. Impressionati dal suo potenziale e sconcertati che un simile patrimonio fosse allora semi-sconosciuto, abbiamo avuto una pazza idea: mollare tutto e realizzare una spedizione per promuovere il Sentiero e dare voce alle Terre Alte.
Ci siamo licenziati dai nostri lavori e abbiamo scommesso tutto sul nostro sogno, creando un progetto, un network e un team di volontari.

Scignano degli Alburni. Campania

L’idea della spedizione

A inseguire il sogno di rilanciare il Sentiero Italia c’è Yuri Basilicò, che nel 2016 scopre l’esistenza del lungo trekking, ormai dimenticato, e ha l’idea di una spedizione che lo ripercorra interamente, lo documenti e lo racconti, invitando il pubblico stesso a unirsi al viaggio. Insieme ai due amici (Sara Furlanetto e Giacomo Riccobono) dà vita a un progetto unico nel suo genere.

Altri giovani si uniscono al progetto ognuno, all’interno del team, avrà un ruolo ben preciso, dalla documentazione visiva alla ricerca culturale, dalla logistica alla cambusa. Nel mentre, nel 2019 il CAI intraprende un importante progetto di ripristino e promozione del Sentiero Italia su scala nazionale, grazie al lavoro delle sezioni sul territorio.

Neve a maggio 2019 sul Monte Piana con vista sul Monte Cristallo

A piedi per 7.850 km, 350.000 m D+, 20 regioni, 364 tappe

La spedizione Va’ Sentiero ha inizio a Trieste il 1° maggio 2019 e termina il 25 settembre 2021 a Messina, dopo 7850 chilometri percorsi attraverso 16 parchi nazionali, un dislivello positivo complessivo di circa 350.000 metri e 364 tappe totali. Il viaggio è stato prima di tutto condivisione e scoperta, di sé e dei territori circostanti.

Il trekking più lungo del mondo. Un lungo filo rosso che unisce tutto lo Stivale: un caleidoscopio delle montagne italiane.

Va’ Sentiero è un’idea di viaggio basata sui concetti di scoperta, condivisione & circolarità. Con le nostre spedizioni esploriamo le Terre Alte e documentiamo i percorsi e i territori: raccogliamo dati tecnici, informazioni culturali ed enogastronomiche, produciamo foto e video per raccontare l’esperienza.

Un progetto inclusivo e partecipativo

Crediamo nell’interazione col territorio e nel coinvolgimento delle persone: chiunque può venire a camminare con noi e lungo i nostri cammini organizziamo eventi culturali con le realtà locali.

Va’ Sentiero è un’esperienza che si basa su una filosofia semplice: walk, discover, share – camminare, scoprire, condividere. Grazie al format partecipativo in stile Forrest Gump, oltre 3000 persone hanno camminato con noi.

2021. Fine spedizione a Messina, Sicilia

“Vogliamo favorire un turismo lento, stimolare l’economia e la consapevolezza ambientale delle aree interne”.

Il viaggio di Va’ Sentiero attraverso l’Italia è diventato anche una serie televisiva prodotta da LaEffe. Nel 2022 Va’ Sentiero ha vinto il Grand Prix for Sustainability and Climate Action agli European Heritage Awards. Dal 2023 Va’ Sentiero è anche una mostra fotografica itinerante dedicata alle Terre Alte attraversate in spedizione, che ha visto come prima tappa nel 2023, la Triennale di Milano.

La mostra fotografica a Triennale Milano nel 2023

Tre anni sul Sentiero Italia – il trekking più lungo del mondo è anche una mostra fotografica che ha attinto dall’archivio di Sara Furlanetto e, con la curatela di Rica Cerbarano, ha fornito uno spaccato sullo stato attuale delle Terre Alte attraversate.

Scorcio sulle Valli del Natisone dal Rifugio Pelizzo (1641 m s.l.m.) sotto la cima del Monte Matjur. La vegetazione boschiva si è infittita talmente tanto negli ultimi decenni, che ormai i paesi si scorgono a stento. Udine, Friuli Venezia Giulia. Ph. Sara Furlanetto

A Cima Presena, 3068 m, nel complesso del Ghiacciaio dell’Adamello. Ph. Sara Furlanetto
Ph. Sara Furlanetto

Ph. Sara Furlanetto

Ph. Sara Furlanetto

Ph. Sara Furlanetto

Va’ Sentiero. Il libro, gli autori.

Va’ Sentiero è anche un libro, i co-fondatori del progetto (Yuri Basilicò e Sara Furlanetto) propongono 25 itinerari da percorrere attraverso tutte le regioni italiane: forti della loro esperienza sul campo, accendono i riflettori sul percorso e raccontano i territori visitati per ispirare i lettori, e tutti gli appassionati, a un turismo lento e consapevole.

Sara Furlanetto sotto al Bernina

Non una guida tecnica, ma un atlante sparso e ispirazionale delle Terre Alte: una miscellanea di luoghi, aneddoti, sapori, incontri e sensazioni, senza alcuna pretesa di esaustività. L’intento è dare, a chi desidera scoprire un pezzo di Sentiero Italia, un “sapore” del viaggio, e un motivo in più per fare lo zaino. Un libro di fiumi, boschi, valli e cime, paesini e incontri, pieno di fotografie e di suggestioni, che è di stimolo per iniziare a mettersi in viaggio nel nostro meraviglioso Paese seguendo il trekking più lungo del mondo.

Yuri Basilicò

Metà milanese e metà siciliano, laureato in Relazioni Internazionali. Dopo aver svolto i lavori più disparati (sogna ancora di fare il musicista), nel 2017 lancia il progetto Va’ Sentiero. Ha guidato la spedizione sul Sentiero Italia.

Sara Furlanetto

Veneta, laureata in Fotogiornalismo. Dopo aver indagato il tema dell’identità dei migranti in Europa e gli effetti del sisma del Centro Italia, è co-fondatrice del progetto Va’ Sentiero. È stata la fotografa della spedizione sul Sentiero Italia.

Va’ Sentiero. In cammino per le Terre Alte d’Italia

Editore: Rizzoli illustrati

I sentieri delle Terre Alte d’Italia

L’idea di unire in un unico percorso i sentieri delle Terre Alte d’Italia nacque nel 1983, quando un gruppo di appassionati pensò a una vera e propria “autostrada” verde che unisse il territorio italiano attraverso le sue alture. Nel 1990 il Club Alpino Italiano sposò il progetto e nacque così il Sentiero Italia, inaugurato nel 1995: un filo rosso che unisce tutto lo Stivale per migliaia di chilometri (il più lungo al mondo), attraversando le due grandi dorsali montuose del Belpaese. Negli anni a seguire, tuttavia, il progetto venne gradualmente abbandonato.

La guida e le informazioni per conoscere il progetto

Video, articoli, podcast, la guida gratuita, bilingue e interattiva, completa di tutte le informazioni tecniche e culturali sul percorso, tappa per tappa. Va’ Sentiero lo trovate in rete.

https://www.vasentiero.org/

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Nims, il re degli ottomila