Clapboard concept of cinema.

Il 68° David di Donatello a “Le otto montagne”

Il 68º David di Donatello – il premio più importante del cinema italiano al miglior film – è stato assegnato a ‘Le otto montagne’ dei registi Felix Van Groeningen e Charlotte Vandermeersch. Il film è tratto dal libro dello scrittore Paolo Cognetti.

La cerimonia di premiazione

La cerimonia di premiazione, condotta da Carlo Conti e Matilde Gioli si è tenuta ieri sera nella Capitale.

Nemmeno un anno fa, a fine maggio, la giuria del 75º Festival di Cannes aveva assegnato il Premio della giuria a Le otto montagne ex aequo ‘Eo’ di Jerzy Skolimowski.

Il film diretto da Felix Van Groeningen e Charlotte Vandermeersch ha trionfato con quattro riconoscimenti: miglior film, fotografia, sceneggiatura non originale e suono.

La storia di amicizia nelle terre alte è tratta dall’omonimo romanzo di Paolo Cognetti, Premio Strega 2017, valorizzata ancora di più dall’intensa interpretazione degli attori Luca Marinelli e Alessandro Borghi.

Amicizia, amore e la vita che scorre, di questo racconta Le otto montagne.

«Una storia tenera, che fa riflettere sulla vita, le relazioni, l’amicizia.
E’ stato molto bello, anche tra noi» ha commentato a Sky TG24 la regista belga Charlotte Vandermeersch, raggiante accanto al collega Felix Van Groeningen.

Le otto montagne: la storia

Le otto montagne è la storia dell’amicizia nata tra l’ultimo bambino del villaggio di Grana, Bruno e Pietro, che in quel villaggio ci arrivava da Torino per passare l’estate.

Bambini che, diventati uomini, cercano di prendere le distanza dalla strada intrapresa dai loro padri ma, per vicissitudini e scelte da affrontare, finiscono sempre sulla via di casa.

In questo caso, la casa è quella di Barma Drola, la baita diroccata che Pietro riceve dopo la morte del padre e che insieme a Bruno, costruirà pietra dopo pietra, liberando il piccolo albero cresciuto tra le mura e piantandolo al di fuori.

«Una storia d’amicizia trattata come una storia d’amore.
Un’ode alla fragilità e alla forza di ogni singolo essere vivente che sia animale, pianta o montagne» avevano commentato i registi lo scorso dicembre, in occasione dell’uscita in sala del lungometraggio.

Tutti i premi del David di Donatello 2023

MIGLIOR FILM

Vincitore: Le Otto Montagne
Esterno Notte
Il Signore delle Formiche
La Stranezza
Nostalgia

MIGLIOR REGIA

Vincitore: Marco Bellocchio (Esterno Notte)

Gianni Amelio (Il Signore delle Formiche)
Roberto Andò (La Stranezza)
Felix Van Groeningen (Le Otto Montagne)
Charlotte Vandermeersh (Le Otto Montagne)
Mario Martone (Nostalgia)

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE

Vincitore: La Stranezza
Astolfo
Chiara
Esterno Notte
Il Signore delle Formiche
L’Immensità

MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Vincitore: Le Otto Montagne
Bentu
Brado
Il Colibrì
Nostalgia

MIGLIOR PRODUTTORE

Vincitore: La Stranezza
Esterno Notte
Le Otto Montagne
Nostalgia
Princess
MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

Vincitrice: Barbara Ronchi (Settembre)
Benedetta Porcaroli (Amanda)
Margherita Buy (Esterno Notte)
Penelope Cruz (L’immensità)
Claudia Pandolfi (Siccità)

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

Vincitore: Fabrizio Gifuni (Esterno Notte)
Luigi Lo Cascio (Il Signore delle Formiche)
Ficarra e Picone (La Stranezza)
Alessandro Borghi (Le Otto Montagne)
Luca Marinelli (Le Otto Montagne)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Vincitrice: Emanuela Fanelli (Siccità)
Giovanna Mezzogiorno (Amanda)
Daniela Marra (Esterno Notte)
Giulia Andò (La Stranezza)
Aurora Quattrocchi (Nostalgia)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Vincitore: Francesco Di Leva (Nostalgia)
Fausto Russo Alesi (Esterno Notte)
Toni Servillo (Esterno Notte)
Elio Germano (Il Signore delle Formiche)
Filippo Timi (Le Otto Montagne)

MIGLIORE FOTOGRAFIA

Vincitore: Le Otto Montagne
Esterno Notte
I racconti della domenica ex aequo  La storia di un uomo perbene
La Stranezza
Nostalgia

MIGLIOR COMPOSITORE

Vincitore: Stefano Bollani (Il pataffio)

Fabio Massimo Capogrosso (Esterno Notte)
Michele Braga ed Emanuele Bossi (La Stranezza)
Daniel Norgren (Le Otto Montagne)
Franco Piersanti (Siccità)

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE

Vincitrice: Proiettili – Elodie (Ti mangio il cuore)
Se mi vuoi – Diodato (Diabolik – Ginko all’attacco!)
Caro amore lontanissimo – Marco Mengoni (Il colibrì)
Culi culagni – Stefano Bollani (Il pataffio)
Margini – Niccolò Falsetti (La palude)

MIGLIOR SCENOGRAFIA

Vincitore: La Stranezza
Esterno Notte
Il Signore delle Formiche
L’ombra di Caravaggio
Le Otto Montagne

MIGLIORI COSTUMI

Vincitore: La Stranezza
Chiara
Esterno Notte
Il signore delle formiche
L’ombra di Caravaggio

MIGLIOR DOCUMENTARIO

Vincitore: Il cerchio
La timidezza delle chiome
In viaggio
Kill me if you can
Svegliami a mezzanotte

MIGLIOR ACCONCIATURA

Vincitore: L’ombra di Caravaggio

La stranezza
Esterno Notte
L’immensità
Il signore delle formiche

MIGLIOR MONTAGGIO

Vincitore: Esterno Notte
Nostalgia
Il signore delle formiche
Le Otto Montagne
La stranezza

MIGLIOR TRUCCO

Vincitore: Esterno notte
Dante
Il colibrì
Il signore delle formiche
L’ombra di Caravaggio
MIGLIORI EFFETTI VISIVI

Vincitore: Siccità
Dampyr
Diabolik – Ginko all’attacco!
Esterno Notte
Le Otto Montagne

MIGLIOR SUONO
Vincitore:
 Le Otto Montagne
Il signore delle formiche
Esterno Notte
La stranezza Nostalgia

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Resistenza, Liberazione, Autonomia